L’apparenza delle cose(2021), nel cast Amanda Seyfried e James Norton

TRAMA-La famiglia perfetta, quella di Catherine e George Clare, che coronano il sogno di una vita insieme , con la figlioletta Fanny, all’interno di un’antica dimora nella Hudson Valley, lontano dallo sfarzo della loro New York, dove George trova lavoro come insegnante presso una prestigiosa università. Tra passione e litigi, la vita della coppia non è molto diversa dalle altre ma, giorno dopo giorno, si accumulano i pezzi di un puzzle che non promette un avvenire sereno: quell’abitazione è infestata da spiriti, di una coppia che proprio come Catherine e George si amava, per poi finire tragicamente . Anime dannate, che poco a poco, s’impossesseranno rispettivamente delle loro vite ed il finale, sarà ancor più tragico da raccontare: George Clare si rivelerà aver rubato l’identità del cugino, George altro non è che un truffatore. Quando la verità sta per venire a galla ed il suo posto di lavoro rischia di saltare, il sedicente professore progetta l’omicidio di tutte le persone che vorrebbero escluderlo dalla società, persino della moglie Catherine, consumando su di lei l’assassinio più atroce.

RECENSIONE-Un film drammatico dalle dinamiche horror, originale e coinvolgente, con Amanda Seyfried (Catherine) e James Norton(George Clare). Il carisma dei due interpreti rende ancor più sensazionale una trama che lascia ben poco spazio all’immaginazione, che intreccia diversi argomenti che caratterizzano la vita di coppia, come la passione, la fiducia, il tradimento. Catherine è una donna sensibile e tanto fragile, che deve farei conti con il suo disturbo alimentare, mentre George è un uomo spietato e arrogante. Il finale è sorprendente, in sintesi: le persone che fanno del male sono destinate a pagare e ad essere anime dannate per l’eternità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.