La morte di Battiato, il ricordo del fratello:”E’ andato via senza soffrire”

Franco Battiato si è spento il 18 maggio 2021, nella sua villa a Milo, in Sicilia. Aveva 76 anni. Il fratello Michele al Corriere della Sera racconta commosso com’è morto e come ha vissuto la malattia che lo debilitava da tempo.Non l’ha mai lasciato. Michele è sempre rimasto accanto a Franco Battiato, che è deceduto senza accorgersi che la morte sopraggiungeva. “Nelle ultime ore non ha capito, non c’era più, per sua fortuna avvolto da un coma profondo…”, rivela l’uomo.

Battiato ha cominciato a stare male dal 2018 dopo essersi rotto il femore due volte. Una malattia degenerativa l’ha portato a perdere la connessione con quell’universo svelato a modo suo in brani indimenticabili. “Ormai stava sempre in casa, non usciva più da tempo. I dialoghi radi. Parlava pochissimo. E invece fra noi c’era stato un confronto continuo. Condividevo tante idee. Lui andava alla ricerca della verità e lo faceva continuamente, in ogni cosa. Il suo verbo era sperimentare, era uno che cercava bellezza ed essenzialità e in tutto questo ci metteva una grande umiltà”, confida il fratello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.