LA PARTITA,II EDIZIONE PER L’ BENEFICO DI CALCIO, SPETTACOLO E SOLIDARIETÀ

In campo per aiutare l’Ucraina: la città di Napoli si rende protagonista con un nuovo impegno solidale presso lo stadio Diego Armando Maradona per supportare la popolazione gravemente disastrata dalla guerra. “La Partita”- Napoli Vs Resto d’Italia è un appuntamento che si rinnova per il secondo anno consecutivo e coinvolge volti e nomi dello sport, dello spettacolo e della musica, antagonisti in campo ma tutti uniti all’insegna della solidarietà: l’appuntamento allo stadio è per il 24 Maggio, con primo calcio di inizio già alle 18.00 per la Love Cup, con in campo due squadre di rappresentanti del mondo della
notte di Napoli e Roma per sottolineare il valore del sano divertimento. Successivamente
alle 20.45, al via la partita tanto attesa “Napoli Vs Resto d’Italia”, con tanti nomi e
sorprese che saranno comunicate nei prossimi giorni. La partita sarà trasmessa in diretta su Sport Italia(canale 60 digitale terrestre)L’obiettivo è una raccolta fondi solidale per la Comunità Sant’Egidio e SHRO (Sbarro Health Research Organization) a favore della Pace.


L’evento è organizzato da CORONET S.r.l. con la supervisione di Olivio Lozzi e l’operatività organizzativa su Napoli di Giuseppe Angioletti.Durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento, tenutasi nella Sala Giunta di Palazzo San Giacomo a Napoli sono intervenuti il Vice Sindaco Maria Filippone,
l’assessore allo sport Emanuela Ferrante, la Presidente del Consiglio Comunale Enza
Amato, l’assessore alle Politiche Sociali Luca Trapanese, il Presidente FIGC Campania
Carmine Zigarelli e per l’organizzazione Alex Bucci e Giuseppe Angioletti. Guest star
della mattinata sono stati due nomi storici della solidarietà sul campo come Ciro Esposito
e Francesco Cicchella.


In merito all’appuntamento calcistico di solidarietà, Olivio Lozzi e Giuseppe Angioletti
hanno dichiarato: “Torniamo dopo un anno nel grande simbolo sportivo di Napoli: lo
Stadio Diego Armando Maradona e lo facciamo nuovamente per una causa importante,
a favore di chi è meno fortunato in questo periodo storico a causa della Guerra. La città
di Napoli è da sempre vicina a chi ne ha bisogno, e penso che quest’anno riusciremo
nuovamente nell’intento di donare tanto”.


Notevole l’impegno dello sponsor tecnico GIVOVA, che con le parole del Presidente
Giovanni Acanfora: “Per il secondo anno consecutivo GIVOVA sostiene l’evento sportivobenefico allo Stadio Maradona di Napoli, un luogo iconico non solo per i napoletani.
GIVOVA è da anni lo sponsor di valide iniziative a sostegno del prossimo in difficoltà. La
solidarietà e l’attenzione al sociale sono da sempre punti cardine del mondo GIVOVA.

Partner dell’evento sono Euronics Tufano, Accendi un Sogno, Fabbricanti di Emozioni,
Fresco di Stampa, Parallel, Love Cup, Gold Tower Lifestyle Hotel, ZTL, The Code,
Smeraglia Clinic, TLB, Agostino Massa (El Sombrero Napoli), Pale – Il materasso
speciale, Centri Narciso e Francesca Varriale Eventi, ‘ A figlia d’o Marenaro, Sonny Bono,
Lello & Rocco, FR Service, Aixam Agnano Napoli, Castiello Viaggi, Biscottificio Pezzullo,
FAR, Bava Srl, Kremoso, 4-mm. L’ufficio stampa è a cura di FREVARCOM di Francesco
Russo.

E’ possibile acquistare i biglietti cliccando qui

CON LA PRESENTAZIONE DEL VOLUME DEDICATO A RAFFAELLO, MENARINI FESTEGGIA I 66 ANNI DI MATRIMONIO CON L’ARTE ITALIANA

Con la presentazione del volume dedicato a Raffaello, il Gruppo Menarini festeggia i 66 anni di matrimonio con l’arte italiana.

Firenze, 9 maggio 2022 – E’ consuetudine del Gruppo Menarini presentare i suoi volumi dedicati all’arte nelle locations più belle d’Italia. Noi napoletani – l’azienda è nata a Napoli a Via Calabritto – ricordiamo il memorabile evento al Museo di Capodimonte in cui qualche tempo fa si presentò la monografia dedicata al Parmigianino, ma è dal 1956 che il Gruppo valorizza in ogni circostanza le bellezze del nostro Paese. Ieri per esempio, nella stupenda Chiesa di Santo Stefano al Ponte di Firenze è stato presentato il volume dedicato a Raffaello con grandissimo successo anche per i risvolti umani legati al personaggio. Raffaello infatti è stato un grande avanguardista perché già a suo tempo si preoccupava di preservare il patrimonio artistico rappresentato dai grandi monumenti antichi; questo suo atteggiamento sarà all’origine della moderna tutela delle belle arti.

Curata da Cristina Acidini, presidente dell’Accademia delle Arti del Disegno, la monografia evidenzia l’evoluzione dell’aspetto umano e artistico di Raffaello: “All’epoca – spiega Acidini – si stava spogliando quanto restava dell’Antica Roma: si fondevano bronzi, si smontavano templi per riutilizzare in modo spregiudicato i pezzi. Raffaello è la prima voce autorevole a ergersi contro il dissennato sfregio delle rovine romane. Si rende conto del danno che si sta facendo e, nel 1518, scrive a papa Leone X chiedendo di fermare quello scempio. Il Papa lo capisce e lo nomina “Prefetto dell’antichità”, una sorta di soprintendente, il primo nella storia a ricevere questo incarico”.

Firenze, culla del Rinascimento e sede della nostra casa madre – affermano Lucia e Alberto Giovanni Aleotti, azionisti e membri del Board di Menarini – ha accolto negli anni i più grandi artisti di sempre, tra cui RaffaelloA poco più di 500 anni dalla sua morte, Menarini ha voluto celebrare questo grande artista e tutti i pittori rinascimentali protagonisti della storica collana d’arte del Gruppo inaugurata più di mezzo secolo fa”.

Simonetta de Chiara Ruffo

L’AMORE E’  XI EDIZIONE  

 Grande successo per la XI edizione de “L’Amore è….”il Charity Event a favore della Lega Tumori Napoli by Maridi Communication, quest’anno rivolto a sostenere il Progetto “Shatsu: sostegno e recupero psico-fisico del paziente oncologico”. Ad aprire la serata, svoltasi a Villa Mazzarella, a Posillipo,  condotta dalla giornalista Maridì Vicedomini, il Fashion Show di Jamal Taslaq, stilista palestinese, protagonista applaudito delle passerelle dell’Haute Couture nel mondo , premiato dal Presidente Lilt Napoli, Prof. Adolfo Gallipoli d’Errico con la seguente motivazione: “A Jamal Taslaq, lo stilista che viene dalla terra di Cristo, Ambasciatore della Moda interpretata come simbolo della pace nel mondo”.  A seguire il trunk show applauditissimo di “Fatale” il new fashion  brand di Francesca Lenta, fin da bambina appassionata di moda, che da imprenditrice creativa e rampante, ha deciso di sperimentarsi in questa nuova mission lavorativa proprio in un periodo complesso, quale quello della post pandemia, ottenendo da subito applausi e consensi dal folto parterre di ospiti partecipanti all’evento. A chiudere il “quadro moda”,  una capsule della collezione Autunno Inverno 2022 /23 di “Umberto Antonelli Pellicceria” con un tripudio di capi pregiati colorati in omaggio all’imminente bella stagione.   Ampio spazio anche allo Showbiz con gli special guest premiati dal Prof Gallipoli per il loro talento ed impegno nel sociale, quali  Antonella Morea, tra le interpreti del film “E’ stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino, neo Direttrice Artistica del “Positano Teatro Festival” in programma a Positano a fine luglio Giovanni Esposito, volto noto della commedia italiana, di recente  brillante protagonista del film “Benvenuti in casa Esposito “ di Gianluca Ansanelli, la cantante attrice Anna Capasso, impegnata nell’uscita del nuovo singolo per la nuova Hit estiva 2022 che ha magistralmente interpretato un pezzo celebre dal repertorio classico partenopeo dal titolo “ Io ti vurria vasà”  . Da rilevare per lo spettacolo , anche la testimonianza di Massimiliano Triassi, titolare di Max Adv Production, che ha brevemente illustrato i prossimi progetti audiovisivi, tra cui un primis una versione originale della tradizionale favola di Pinocchio”, dal titolo “ Pinocchiocchio”, una serie tv di 10 puntate articolata in una fiaba napoletana con un inusuale protagonista, un burattino di terracotta, realizzato dai maestri artigiani di San Gregorio Armeno. Non solo spettacolo, declinato nei suoi più affascinanti segmenti, ma anche autorevoli esponenti dell’ Health & Wellness, tutti insigniti dal Prof Gallipoli d’Errico, da Maria Luisa Conza biologa, farmacista, nutrizionista, direttrice scientifica di Antur, una start up  che si occupa di benessere a 360 gradi, producendo una linea di integratori alimentari naturali e ”confezionando ” in toto Progetti Wellness, diretti alle aziende che sono orientate  a migliorare lo stato di salute e di benessere dei propri dipendenti, ricevendo dallo  Stato benefit  ad hoc attraverso il sistema dei crediti d’imposta, a Domenico Monda, noto odontoiatra, particolarmente sensibile al rispetto dell’igiene e della sicurezza nell’esercizio della sua professione secondo i dettami  normativi dell’OMS , molto noto anche nel mondo dello spettacolo e non caso definito “Il mago dell’estetica del sorriso”. Grande attenzione in campo medico scientifico anche per “Lemonade. Care”, un progetto di telemedicina fondato da Samir Mastaki,  anch’egli premiato da Gallipoli, imprenditore internazionale  specializzato nel settore tecnologico e nel privat equity,  sviluppato in collaborazione con l’Ospedale di Stato della Repubblica di San Marino; nella circostanza ed in linea con il concetto di “rinascita post pandemia”, Mr. Mastaki  ha presentato il progetto “Baby Well”, in fase finale di certificazione da parte del Ministero della Salute italiano, rivolto al tema della gravidanza, che consiste nel fornire alle mamma in attesa ed al ginecologo curante uno straordinario sistema di “controllo e consulto” a distanza, ottimizzando il tempo utile di entrambi. Infine, in tema di  sana nutrizione funzionale al perseguimento dello stato di benessere dell’individuo , da rilevare per “FOOD”  la partecipazione presente alla manifestazione di due brand di alto profilo: “Dolce e Caffè” di Aniello Esposito che ha proposto un festival di delicatezze secondo l’antica tradizione della pasticceria campana e “La Botteghella” di Vincenzo Tammaro con i suoi prodotti caseari al tartufo

L’apicoltura sempre più in rosa: Miele & Natura Apicoltura Biologica 

Una volta l’apicoltura era un mestiere solo dall’ambito maschile ma in questi anni le apicoltrici sono in netto aumento ed infatti ad oggi abbiamo delle super woman del mondo delle api. Ci siamo addentrati nella piccola azienda agricola “Miele & Natura – Apicoltura Biologica”, che nasce da un’esperienza pluriventennale dell’apicoltore Davide Danese e successivamente con l’apicoltrice Iolanda Sgulò, capaci in poco tempo di raggiungere il successo con numerose collaborazioni nella sfera gastronomica; anche con chef tra cui Luca Grande, e partecipando in grandi eventi di Gala

Nel segno dell’“oro” si muove la dolce passione di Iolanda Sgulò, grazie anche all’esperienza tramandata da Davide Danese, e la sua quotidiana attenzione per le api, qualità che non mancano alle donne insieme alla loro delicatezza ed empatia, nel proporre miele biologico e non solo, a chilometro zero. Affascinata dal super organismo di un alveare, è diventata la ragazza delle api a tutto “tondo” portandola ad affrontare con grande energia e curiosità il ruolo di apicoltrice, vivendola un po’ come una sfida per misurarsi e mettersi alla prova. Attualmente la piccola azienda Miele & Natura – Apicoltura Biologica si ritrova con ben 100 alveari, praticando il metodo del “nomadismo”, permettendo di avere tutte le tipologie di miele con un gusto ed un’aroma ben distinto portando le arnie nel periodo di raccolta, cioè primaverile/estivo, in diverse postazioni situate in arie incontaminate, a basso impatto ambientale, delle pianure del basso Monte Matese, delle zone di Roccamonfina e del Beneventano.

Le api trovando un’ampia varietà di territori possono produrre diverse tipologie di miele di primissima qualità, tra cui: Millefiori, Arancio, Melata di Bosco, Tiglio, Cardo, Castagno, Borragine e Acacia ed altri prodotti dell’alveare. La loro produzione è del tutto naturale poiché si ottiene senza forzare le api, rispettando i loro ritmi naturali e soprattutto avendo la certificazione biologica, c’è l’assoluta assenza di trattamenti chimici ed invasivi come pesticidi ecc.. I loro prodotti oltre ad essere BIO, restano integrali, ossia non vengono trattati termicamente ed in nessun altro modo, conservando tutte le loro proprietà organolettiche nel pieno rispetto dell’api-wellness. Qualità e Genuinità sono il loro primo obiettivo.

La gentilezza di Iolanda è ciò che caratterizza il suo modo di fare l’apicoltrice: “Io tratto le mie api come se fossi l’ape regina di tutti gli alveari e con un’intesa tutta al femminile”. Infine ma non per importanza, ricopre anche il ruolo di responsabile commerciale della piccola azienda e questo col tempo procura un grande bagaglio di conoscenza; proprio per questo molti giornalisti ed aziende pubblicitarie si presentano alla sua porta desiderosi di intervistarla.

Parlare con Iolanda di api è un pò come ascoltare una favola, spesso sorprendente per chi non le conosce e le abbina semplicemente ai loro prodotti, tra i più famosi ed amati: il miele, la propoli, la pappa reale, il polline, le candele in cera d’api e molteplici varietà di confezioni regalo per ogni occasione ed eventi. Quando poi però parla del ruolo di un’organizzazione interamente guidata e gestita al femminile, si rimane un po’ sorpresi dal suo iperdinamismo ed impegno costante. Infatti, il mondo dell’apicoltura è un mondo a sé, un’organizzazione perfetta dove ogni insetto sa quello che deve fare, ripagando l’attenzione che riceve nella sua breve vita di circa 50 giorni, dove svolge mansioni diverse come nutrice, spazzina, magazziniera, bottinatrice in assoluto equilibrio. Il modello delle api è un esempio perfetto di lavoro di squadra, di job rotation, di capacità di adeguarsi in maniera dinamica in funzione dei contesti. Le api sono così importanti per l’intero Pianeta, che il prossimo 20 maggio si celebra la Giornata Internazionale istituita dalle Nazioni Unite nel 2017 per sensibilizzare l’opinione pubblica e la politica sull’importanza del loro contributo.

Per tutti quelli  che vogliono godere del piacere di un miele totalmente naturale, artigianale, prodotto con tutti i crismi e con passione, non resta che affidarvi a Miele & Natura – Apicoltura Biologica di Iolanda Sgulò e Davide Danese.

CONTATTI

Via Sauda Vicinale Vairano 29 – MADDALONI (CE)

Sito web: http://www.mieleenatura.it/

Telefono: 339 193 7049

Red Carpet della Tv for Children, spettacolo e solidarietà a Villa Domi

Parata di super vip a Napoli per il “Red Carpet della Tv for Children”, organizzato da Ugo Autuori che rinnova Villa Domi tra le location più gettonate dei suoi eventi. La serata a sfondo benefico ha visto la partecipazione di volti noti dello spettacolo:

sul Red Carpet l’attesissimo Rocco Siffredi, dall’ultima edizione del GF VIP, Miriana Trevisan, Federica Calemme, e Ainette Stephens; Eva Grimaldi, Beppe Convertini, Matilde Brandi, Milena Miconi, Roberta Proietti, Rossella Erra e Federico Fashion Style, Valeria Marini e Roberto Farnesi. Con l’intrattenimento musicale del duo “Io & Mia Sorella”, la serata prosegue con cena di gala e taglio della torta.

Fiera Agricola 2022, Caputo:” Grande successo, ma occorre investire di più”

È terminata la XV Edizione di Fiera Agricola al Polo Fieristico A1Expò di CasertaSud. Un evento che ha coinvolto circa 21.000 visitatori e che ha confermato la sua importanza strategica per il comparto, nonostante il momento storico molto particolare per il settore e dopo due anni di fermo forzato.L’edizione 2022, è stata una scommessa del Presidente dell’A1Expò Antimo Caturano che ha saputo modellare un evento dedicato al mondo agricolo ed i prodotti che da esso derivano, in uno scenario che guarda a 360 gradi il mondo dell’enogastronomia, dell’agricoltura e dell’allevamento, partendo dal territorio e dai prodotti che hanno conferito alla Campania lo scettro italiano come Regione con più prodotti tipici tradizionali. “La bufala – dichiara Caturano – resta un punto fermo, vanto del nostro territorio e la sovranità della mozzarella DOP in quanto prodotto principale ed indiscussa protagonista anche in termini di identicità, è un dato di fatto inopinabile. Ma da Fiera Agricola 2022 abbiamo lanciato un messaggio chiaro ed incontrovertibile che si traduce in una vastità di prodotti e servizi campani che restano strategici per il settore e il territorio”.Un messaggio ampiamente recepito e che si è immediatamente trasformato in una scommessa vinta da parte dell’organizzazione e degli operatori che si sono adeguati all’emergenza sanitaria e che hanno fatto tendere la manifestazione ad ampliare gli orizzonti.Fiera Agricola 2022 è stato teatro di esclusive; infatti all’A1Expò è stato presentato, dall’Associazione Allevatori Campania Molise, il marchio ufficiale del maialino razza casertana che finalmente, da oggi, porta in dote un disciplinare che regola e garantisce la provenienza e soprattutto l’originalità.Non poteva mancare un riferimento a Procida Capitale della Cultura Italiana con la presentazione della bottiglia celebrativa nata dalla collaborazione di 26 aziende campane.Grande soddisfazione da parte dell’Assessore Regionale all’Agricoltura, Nicola Caputo, che ha ribadito la volontà di inserire nel calendario di promozione della Regione Campania, Fiera Agricola.“L’auspicio – afferma l’Onorevole – consiste nel voler crescere insieme ed in sinergia. Già da domani, lavoreremo affinché possiamo alzare ancora di più l’asticella di Fiera Agricola che già ha una storia longeva e di grande tradizione. È nostro dovere tutelare manifestazioni del genere che passano attraverso la promozione del territorio e dei suoi prodotti.”Tra i momenti da annoverare di questo lungo week-end, c’è sicuramente la testimonianza molto toccante ed interessante della Famiglia Colantuono che da cinque generazioni attraversa cinque regioni del sud Italia. Ad essere presente a Fiera Agricola, Carmelina Colantuono, definita dai media internazionali, dopo la proclamazione della transumanza Patrimonio UNESCO, “Icona del mezzogiorno d’Italia” che ha raccontato la tradizione secolare della transumanza attraverso la visione di un documentario.Altri momenti di grande formazione culturale sono stati rappresentati dalle istituzioni che hanno patrocinato Fiera Agricola (Regione Campania, Associazione Allevatori Campania Molise, Associazione Nazionale Allevatori Specie Bufalina, Associazione Campana Avicoltori, Consorzio Mozzarella di Bufala DOP, Dipartimenti di Agraria, Dipartimento di Veterinaria, Università Luigi Vanvitelli, Coldiretti, Casartigiani, Associazione Cuochi Caserta, Consorzio di Bonifica del Volturno, Copagri, Uila) attraverso seminari, convegni e dibattiti su grandi temi di attualità.Un’altra importante novità, è stata annunciata dal Presidente nazionale della Federazione Italiana Turismo Equestre e TREC – Ante, Franco Amodio che ha ufficializzato la sigla di un protocollo d’intesa con la responsabile del centro regionale di incremento ippico, Agnese Rinaldi, con l’obiettivo di sviluppare progetti, iniziative e programmi di attività condivisi per la valorizzazione del patrimonio di razze autoctone di equini allevate nella Regione Campania, al fine di concorrere alla loro conservazione.

Joseph Capriati & Friends, con UNICEF per aiutare l’Ucraina

Nasce artisticamente tra le mura della sua cameretta, muove piccoli passi nell’universo della musica techno, elettronica e house fino ad affermarsi nella categoria dei big su scala mondiale. E tra pochi giorni potrà coronare il suo più grande sogno, ovvero di esibirsi allo stadio Diego Armando Maradona. Stiamo parlando di Joseph Capriati, producer, tra i più talentuosi dj italiani nel mondo, che al debutto in conferenza stampa per presentare l’evento, fissato per il 28 maggio 2022,appare emozionato, ma grintoso e determinato a realizzare qualcosa di straordinario, di fusione tra beneficenza e musica dal vivo, fortemente penalizzata dalla pandemia.

“UN SOGNO CHE DIVENTA REALTA’“- “Sono molto contento di questa iniziativa che prende forma quattro anni fa insieme al mio team, e che è possibile realizzare oggi grazie anche al Comune di Napoli, alla Regione Campania, UNICEF e tutti i partner che hanno felicemente risposto all’iniziativa. Debuttare all’interno dello stadio Diego Maradona rappresenta un grande opportunità ma anche la realizzazione di un sogno che coltivo da bambino.”

La conferenza stampa è inaugurata con i saluti di Rosita Marchese, presidente dell’Accademia delle Belle Arti, che ospita l’incontro: Questo evento è significativo per la nostra ripartenza. In questa istituzione universitaria del 1600 sono passati tanti musicisti ed è una gioia per noi presentare un evento musicale di grande spessore come il “Joseph Capriati and Friends”. A supporto dell’iniziativa benefica promossa dall’artista in collaborazione UNICEF, con lo scopo di assistere oltre 7,5 milioni di bambini a rischio sul suolo ucraino fornendo supporto sul campo e permettendo l’afflusso di nuovi camion di aiuti umanitari, cisterne idriche e strutture mobili di primo soccorso, il vice sindaco, la professoressa Maria Filippone; Chiara Marciani, Assessore alle Politiche Giovanili e al Lavoro del Comune di Napoli; Lucia Fortini, Assessore alla Scuola, alle Politiche Sociali e alle Politiche Giovanili; Emilia Narciso, Presidente UNICEF Campania. Conclusivo della conferenza stampa intervento di Paolo Rozera, Direttore generale dell’UNICEF Italia :“Sono onorato di essere qui e partecipare con UNICEF a questo evento che raccoglierà fondi indispensabili per salvare vite. Ringrazio Joseph Capriati per aver realizzato questa iniziativa , volta a sensibilizzare sempre più persone alla sofferenza del popolo ucraino.”

L’EVENTO– La giornata di sabato 28 maggio avrà inizio alle ore 12.00 e fino alle 15 sarà possibile
assistere a workshop, talk e panel organizzati da UNICEF, da Joseph Capriati, e dai partner
dell’evento. Dalle 16 a mezzanotte, la musica sarà protagonista con i dj set e i live sul
palco, nello stadio che è il tempio napoletano del calcio. Un evento senza precedenti per Napoli e per il territorio italiano, un grande concerto da stadio dove protagonisti saranno i dj e gli artisti che trasformeranno lo stadio azzurro in un grandissimo club, con musica, luci ed effetti speciali spettacolari all’altezza dei migliori festival internazionali. JOSEPH CAPRIATI & FRIENDS è un impegno fortemente voluto da Joseph Capriati, profondamente legato a Napoli e alla Campania. Un legame a cui hanno fatto da eco il sostegno espresso dal Sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, e dalla Giunta Regionale Campana, patrocinatori dell’evento.

OSPITI INTERNAZIONALI- La line up, curata dallo stesso Joseph Capriati, include nomi di altissimo livello, tra loro: Agents Of Time, Dubfire, GNMR, DJ Ralf, un back to back tra Cassy e Silvie Loto e uno storico back to back tra quattro dj che sono la storia di Napoli: Gaetano Parisio, Luigi Madonna, Markantonio, Roberto Capuano. A loro si aggiungeranno altri fantastici ospiti che saranno una grande bellissima sorpresa per gli spettatori di JOSEPH CAPRIATI & FRIENDS.

E’ possibile acquistare il ticket cliccando qui

Maria Parente

TLB: il kebab store apre i battenti a Fuorigrotta

Un’apertura bagnata da fortunata pioggia quella di TLB, il kebab made in Naples che estende le
sue frontiere dai punti storici a logo ‘O Talebano, fino alle porte di Napoli nel cuore di
Fuorigrotta.
Un evento per presentare questo nuovo logo che si affianca a quello già esistente, proprio per
dare un senso di internazionalizzazione del progetto, e che ha visto l’interesse di giornalisti,
influencer, appassionati, ma anche tanti curiosi, pronti a mettere in gioco il proprio palato per
il kebab e la pita.
Su questa apertura e più in generale sul brand, i founder Genny e Marietta Donzelli ci
raccontano: “L’idea del brand ‘O Talebano nasce 20 anni fa da un viaggio all’estero con l’obiettivo
di portare un prodotto assaggiato fuori a Napoli… rivedendolo “a modo nostro”, con la fusione di
un prodotto caratteristico greco-arabo, con l’aggiunta di elementi tipici della cultura culinaria
campana e italiana.
L’idea di TLB nasce come concept. Deriviamo da ‘O Talebano, ma come ben comprensibile, dirlo a
Napoli non ci permette di essere subito identificabili, e visto che abbiamo una forte volontà di
ampliamento, abbiamo creato il brand TLB che unisce sia la nostra storia, sia il nostro futuro.
Abbiamo un nostro centro di cottura e produzione solo interno e strutturato a norma, proprio per
le idee del futuro. Se guardiamo la nostra storia, il primo punto vendita nasce a Porta di Massa, il
secondo al Vomero, poi Pomigliano d’Arco, ora a Fuorigrotta e il prossimo obiettivo è Aversa. A
partire da questo locale, però, abbiamo ampliato l’offerta gastronomica, dove oltre la produzione
standard con il kebab prodotto da animali italiani, abbiamo aggiunto la pita vegana, che arriva
sempre dalla nostra pita originale Greca, ma che ci è stata chiesta più volte in quanto le abitudini
alimentari veg stanno aumentando giorno dopo giorno. Abbiamo poi l’opzione gluten free, che
vede il tutto servito in coppetta”.
Dietro al progetto di Fuorigrotta però, c’è anche un’idea sociale di riqualificazione del piazzale,
luogo di affluenza di giovani e punto nevralgico tra studenti, tifosi e nei prossimi giorni anche
appassionati di fumetti, in quanto sicuramente TLB sarà un luogo di ritrovo gastronomico dei
visitatori del COmicon.
In conclusione possiamo dire che per chiunque abbia ancora diffidenza verso il kebab, la scelta
di TLB è sicuramente indicata a chi vuole comprendere che non c’è un piatto più semplice di
questo… soprattutto quando è preparato con il cuore partenopeo e la massima qualità della
materia prima.

Barbra Streisand fa 80: la sua vita tra carriera e successi personali

L’ultimo, ironico, omaggio gliel’ha tributato Paul Thomas Anderson in “Licorice Pizza” quando Bradley Cooper nel ruolo di Jon Peters, il parrucchiere delle star di Hollywood diventato poi produttore di blockbuster cinematografici, fa una battuta sulla sua compagna di allora, Barbra Streisand: “pensate che io abbia un brutto carattere? Non avete mai visto lei arrabbiata”.

Si tratta di una storia degli anni ’70 ed è solo un piccolo punto della vita di una leggenda che il 24 aprile compirà 80 anni.

L’anno scorso ha pubblicato il suo ultimo album, “Release Me 2” e ora è impegnata a finire la sua autobiografia. Nel frattempo si gode la famiglia, accanto al marito James Brolin, con cui è sposata da 23 anni e ai nipoti dopo una vita sentimentale da romanzo con un matrimonio (con Elliot Gould) e una serie di relazioni e flirt veri o presunti con star di ogni genere e perfino rumours sul Principe Carlo e Bill Clinton. Nei sessant’anni di carriera, Barbra Streisand è diventata qualcosa di più di una diva, perché è stata una delle prime donne ad assumere un ruolo di grande influenza nel mondo dello show business e non solo, vista la sua attività di grande sostenitrice del Partito Democratico con importanti raccolte di fondi.

La ragazza ebrea che aveva perso il padre troppo presto e che all’alba degli anni ’60 si esibiva nei locali gay di New York – la Streisand è un’icona per il mondo gay (ricordate il film “In e Out”?) – ha impiegato poco a diventare una star, visto che già col suo primo album ha vinto due Grammy e che ai tempi della British Invasion piazzò tre dischi ai primi tre posti della classifica mentre già era candidata al Tony per “Funny Girl”, il cui adattamento firmato da William Wyler le fruttò l’Oscar come migliore attrice protagonista nel 1969, ex aequo con Katharine Hepburn. Il secondo lo ha vinto nel 1977 per la miglior canzone , con “Evergreen” da “A Star is Born”, di cui lei era protagonista accanto a Kris Kristofferson.

Lady Tata torna single: finisce così la relazione con Livio Cori

Anna Tatangelo è una talentuosa cantante che fa molto parlare di sè, non solo per i traguardi raggiunti nella sua carriera lavorativa, ma anche per quanto sia travagliata e interessante la sua vita privata.

In passato abbiamo visto Anna Tatangelo impegnata in una relazione con Gigi D’Alessio, storia d’amore che purtroppo è finita nel peggiore dei modi. Il cantante campano attualmente ha una love story con Denise Esposito, donna che da poco l’ha fatto diventare nuovamente padre.

Quest’ultima è una donna lontana dal mondo dello spettacolo e che cerca sempre comunque di evitare i riflettori, così che la sua privacy possa restare intatta. Ora che è diventata madre, il suo compito però raddoppia, al punto da avere intenzione di proteggere anche la privacy della nuova vita nata dal rapporto con Gigi D’Alessio.

Per Anna,invece, il presente sentimentale non è così “roseo”: è naufragata la reazione con Livio Cori, rapper napoletano, con cui era legata già da tempo.